giovedì 1 maggio 2014

Panna cotta al cocco con salsa alle fragole ed un tatuaggio speciale ^_^

Ho creato un nuovo ashtag su Facebook che la dice lunga: #poverovegano.
Si, poveri noi che mangiamo vegan, deperiti, sgranocchiando solo insalata, tristi e senza un vero motivo di vita.
Ormai questi luoghi comuni mi fanno ridere... una volta mi innervosivano, e proprio per questo è nata l'esperienza del blog, per dare spunti ed idee a chi avesse avuto bisogno di ricette. Strada facendo ho scoperto un mondo colorato e gustoso di piatti e ricette senza limiti, una varietà che un sedicente carnivoro non si immagina nemmeno.
ANYTHING YOU CAN EAT I CAN EAT VEGAN :-)
Credo che questo sarà il mio prossimo tatuaggio !!! Parlando di tatuaggi, ecco l'ultimo arrivato... 
Dedicato al mio Papà, decorato con le parole che desideravo scrivere da tempo:
"I keep you locked in my head, until we'll meet again" 

INGREDIENTI
1 lattina di latte di cocco (circa 400 gr)
1 cartone di panna di cocco (circa 120 gr)
1/2 bicchiere di zucchero di canna
1 cucchiaino raso di agar agar
1/2 bicchiere di cocco rapè
300 gr fragole
zucchero di canna q.b.
PREPARAZIONE
Sciogliere l'agar agar nella panna di cocco, unirla al latte di cocco e allo zucchero: portare ad ebollizione per 5 minuti continuando a mescolare.
Versare nelle coppette e metter in frigo per almeno un'ora (al contrario della colla di pesce, l'agar agar permette di solidificare in meno tempo).
Preparare la salsina, mettenzo le fragole a pezzi e lo zucchero di canna in un pentolino: far cuocere, frullare col minipimer lasciando dei pezzi interi e terminare la cottura perchè si restringa.
CLo




8 commenti:

  1. ciao, complimenti per il tatuaggio e soprattutto per il dolce XD hai fatto venire voglia di assaggiarlo anche a me che odio la panna cotta.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bomba...il cocco è una delle migliori creazioni della natura!
      Un bacio, Clo

      Elimina
  2. Permettimi se lascio il dolce per ultimo. Mi costa sacrificio, perché è una bomba di bontà! Ma questo tatuaggio mi ha fatto venire la pelle d'oca. E' il significato, in realtà. Quello che non si mostra, ma che sappiamo esistere, sotto quell'inchiostro. Quello che tendiamo sempre a nascondere anche di fronte ad esplicita domanda. Ecco, tu hai mostrato tutto questo e ti ringrazio. Il pensiero è delicato e profondo e mi commuove.
    Questa panna cotta, tesoro, la finirei in un solo boccone. Uno. Zac. Neanche più l'ombra ^_^
    P.S. Io che, vegana, ancora non lo sono, ormai mi affido all'agar agar e al latte vegetale come fossero acqua e pane ^_^ Lo sento tanto mio questo dolcetto ^_^
    Un bacione Clo, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, hai capito esattamente il cuore della cosa... e te l'ho detto subito :-*
      Per quanto riguarda la panna cotta ti posso dire che il cocco dona qul gusto particolare che il dolce classico non ha
      Parlando delle tue ricette, sai bene che anche se non sei vegana, sei una delle reginette dei piatti vegan per me!
      Ti abbraccio forte, Clo

      Elimina
  3. Che delizia la tua panna cotta, l'avevo sbirciata ma non ero riuscita a godermi bene la lettura del post.

    il tatoo è molto toccante....ti abbraccio sei speciale e lo sai!

    a presto tesorina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tesoro mio...grazie per esserci sempre...
      Clo

      Elimina
  4. Ciao Clo! Complimenti per le belle ricette! Abbiamo trovato questo link per caso, tramite l'hashtag #poverovegano... che è il nome del nostro blog, el nostro account instagram e della pagina facebook! E' bello condividere lo stesso punto di vista sulla scelta vegan! Seguici e complimenti per il blog! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tantissimiiiii! Che orgoglio!
      Benvenuti :-)
      Clo

      Elimina

Lascia qui la tua briciolina...